Pubblicazioni

Lo Spine Center è ricerca

Le Pubblicazioni Spine mettono in connessione quei saperi che interessano i lavori clinici e didattici del nostro Centro.

Consideriamo il fare ricerca un valore fondamentale da portare avanti nel nostro Centro. Questa è una via unica, da seguire, per chiunque si avvalga dell’uso della conoscenza e del sapere nella pratica del proprio lavoro. Il fare ricerca è la fonte degli ottimi risultati mantenuti nel tempo, osservabili nell’aiuto ai pazienti o nelle aule che formano professionisti.

L’attività clinica e quella didattica alimentano reciprocamente la conoscenza di specifici casi medici. Il nostro team è portato ad approfondire e quindi diffondere quanto di nuovo scoperto. Attraverso i nostri canali dottori, pazienti e semplici interessati hanno accesso ai nostri studi, ai nostri progetti di ricerca, ai lavori che qui allo Spine portiamo avanti nei weekend, senza sosta.

Qui in basso potete trovare le pubblicazioni derivanti dall’attività clinica, dalla didattica e dai progetti di ricerca.
Materiale consultabile e accessibile per chi vuole fare e farsi del bene.
Buona lettura!

Patologia muscolo-tendinea!? va rivisitata l’Anatomia. Importanza delle catene miofasciali

catene miofasciali

Patologia muscolo-tendinea!? va rivisitata l’Anatomia. Importanza delle catene miofasciali a cura: Saverio Colonna – Dir. Spine Center e Scuola di Osteopatia OSCE, Bologna Una delle patologie più complesse da affrontare sono le tendinopatie. La maggior parte delle volte non si riesce ad inquadrare una causa eziopatogenetica, alcune volte si riesce ad individuare solo la causa scatenante. La patologia con conseguente degenerazione delle strutture osteomuscolari segue un paradigma standardizzato. Una struttura anatomica sana è molto importante per un corretto funzionamento, come un buon funzionamento è essenziale per mantenere una struttura sana (fig. 1). A volte lo starter della cascata che porterà

Continua a leggere

Corso di Osteopatia Odontoiatrica

Osteopatia Odontoiatrica Corso Teorico-Pratico PRESENTAZIONE Il corso in Medicina Manuale Osteopatica in Odontostomatologia è volto a fornire al medico osteopata/ osteopata le conoscenze teoriche e pratiche per collaborare al meglio con l’odontoiatra e all’odontoiatra con l’osteopata. L’idea di una formazione di medicina manuale osteopatica-posturale per odontoiatri è conseguente alla mia esperienza lavorativa degli ultimi 20 anni durante i quali, da medico-chirurgo odontostomatologo, mi  sono trovato a lavorare, proficuamente, con i medici-osteopati e con gli osteopati. La difficoltà iniziale è stata quella di trovare un linguaggio comune tra le due specialità, cosa che mi ha spinto a frequentare dapprima una formazioneContinua a leggere

Sindrome Femoro-rotulea e Catene Miofasciali

Sindrome Femoro-rotulea e Catene Miofasciali a cura di. Colonna S, Pacelli F,  Casari A, Galvani M, Gusella A Lo spunto di scrivere questo articolo sulla sindrome femore-rotulea, nasce dalle conclusioni a cui arriva un recente lavoro (Bolgla et al. 2015): “ A differenza delle femmine, i maschi con PFP (Patello Femoral Pain) non hanno dimostrato una debolezza dei muscoli dell'anca. Tuttavia, esistono, delle differenze per la forza estensoria del ginocchio. Questi dati forniscono una evidenza preliminare per il potenziale bisogno di interventi sesso-specifici per le persone con PFP”. I risultati della valutazione di 66 maschi con sindrome PFP e 36 sani,Continua a leggere

Catene Miofasciali e Postura

Catene Miofasciali e Postura Considerazioni sulla gestione dell’appoggio a prevalenza monopodico della postura ortostatica secondo la logica delle Catene Miofasciali a cura di: Galvani M, Colonna S, Pacelli F L'evoluzione della specie umana ha portato l'uomo a sollevare il viso da terra e reggersi su due piedi. La postura bipodalica, sicuramente ha apportato dei vantaggi ma ha comportato anche dei costi. Il mantenimento della la posizione eretta, definita postura ortostatica, impegna non poco il corpo. Nella postura ortostatica, termine scorretto visto che questa postura non ha niente di statico, ma per differenziarla da altre funzioni, quali la deambulazione e la corsa dove è presenteContinua a leggere

Considerazioni sulle catene miofasciali

Considerazioni sulle catene miofasciali A cura di: Colonna S, Pacelli F, Gusella A La determinazione di scrivere questo articolo è venuta dalla considerazione che ha fatto Stefano, stimato amico-collega odontoiatra, nell’introdurre la sua relazione sui rapporti tra ATM, deglutizione, cervicale e restante parte del corpo ad un congresso: “Scusami ma io utilizzo le catene di Myers e della Denys-Struyff e non le tue”. La domanda che ci siamo posti è stata: ma possiamo considerare le catene miofasciali come qualcosa di appartenenza ad un Autore, quasi come se fosse un'invenzione brevettata? Nessuno inventa niente nel nostro meraviglioso sistema chiamato corpo umano. DalContinua a leggere

Terapia Manuale ed Esercizio Terapeutico nel trattamento del Neck Pain

cervicalgia

a cura di: Galvani Matteo, De Santis Letizia Definizione Il dolore al collo o cervicalgia (neck pain) è una comune e spesso disabilitante condizione muscolo scheletrica, generalmente localizzata posteriormente dalla linea nucale superiore al processo spinoso della quinta vertebra toracica, al quarto posto tra le cause di disabilità, preceduta solo da low back pain, depressione e artralgie (US Burden of Disease Collaborators. 2013). Incidenza e Prevalenza Alcuni rapporti sulla prevalenza annuale del neck pain stimano un’incidenza media del 37,2% nella popolazione generale (Fejer et al., 2006), con un numero rilevante di persone che sta vivendo l’inizio del neck pain e

Continua a leggere

Legamento Sacro Tuberoso: considerazioni anatomo-cliniche

Introduzione Per avere successo nel trattamento nelle disfunzioni delle pelvi e della colonna lombare bisogna avere una visione chiara della morfologia e funzione dei sistemi che connettono il femore, all’iliaco, al sacro e al rachide. Per diventare un clinico esperto bisogna acquisire familiarità con l'anatomia clinica, cercando di capire i misteri dell'anatomia, della funzione umana ottimale e le fonti di disfunzione. Nel corso degli anni ho imparato che ci sono alcuni incroci anatomici che si prestano in particolare modo a disfunzioni, le quali se non correttamente interpretate e trattate, evolvono in lesioni. Pur se presenti in letteratura (Radwan  et al.Continua a leggere

LE TESI DELLO SPINE CENTER | Chiara Terenziani e Tiziana Tampellini

Anche quest’anno lo Spine Center ha ospitato i ragazzi dell’Università UNIMORE per redigere le TESI SPERIMENTALI. Siamo molto orgogliosi dei ragazzi che si sono laureati con il massimo dei voti, e che sono stati quindi premiati per il loro lavoro! Nello specifico vogliamo complimentarci con Chiara e Tiziana, che con grande entusiasmo e professionalità hanno portato a termine la loro tesi sullo :   “STUDIO SPERIMENTALE SULLE RELAZIONI TRA ARTO INFERIORE E RACHIDE CERVICALE: CATENA STATICA-DINAMICA POSTERIORE E CATENA SPIRALE ANTERIORE.” Ecco il loro Abstract di Tesi OBIETTIVO Lo studio ha l’obiettivo di verificare, in primo luogo, se esiste una

Continua a leggere

Epicondilite laterale – clinica, diagnosi e trattamento

epicondilite laterale spine center

L’epicondilite laterale è una delle patologie più comuni a carico del gomito. Conosciuta anche come “gomito del tennista” per via degli studi effettuati già nel 1883 da Major su un gruppo di tennisti che presentavano un dolore molto simile a livello del gomito. È una condizione infiammatoria che potrebbe essere più accuratamente descritta come un processo degenerativo riguardante i tendini del comparto estensorio che prendono origine nella parte laterale del gomito.

Continua a leggere

PREMIO MIGLIOR TESI A.A. 2018 | VINCE IL 3 POSTO GENNJ GIROLOMINI

La Scuola OSCE, quest’anno ha deciso di mettere in palio 3 premi per le 3 migliori tesi dell’anno accademico 2018. E’ stato valutato l’impegno, l’originalità del progetto, e i risultati ottenuti. Il TERZO  PREMIO quest’anno va  a gennj Girolomini, con il suo progetto di tesi dal titolo   “Trattamento osteopatico dell’anosmia post-traumatica: effetti locali e a distanza un case report” Di seguito l’Abstract di tesi, che ci teniamo a pubblicare per valorizzare il successo ottenuto dai nostri studenti, condividendo  i risultati del progetto.   L’anosmia è una delle principali conseguenze dei traumi cranici severi e, nonostante questo, è spesso sottovalutata.

Continua a leggere

PREMIO MIGLIOR TESI A.A. 2018 | VINCE IL 2 POSTO MARTINA MATTEUCCI

  La Scuola OSCE, quest’anno ha deciso di mettere in palio 3 premi per le 3 migliori tesi dell’anno accademico 2018. E’ stato valutato l’impegno, l’originalità del progetto, e i risultati ottenuti. Il Secondo premio quest’anno va  a Martina Matteucci, con il suo progetto di tesi dal titolo MANIPOLAZIONE DEL SACRO NEL RIEQUILIBRIO DELLA POSTURA NEL NEONATO. Come la detensione del sacro influenza le catene miofasciali. Ecco L’abstract di tesi di Martina L’Osteopatia insegna che quello che siamo, deriva da tutta l’esperienza di vita. Non solo durante il primo periodo di apprendimento come l’infanzia, lo sviluppo, l’adolescenza e l’età adulta. Anche

Continua a leggere

ARRIVA LA NEVE E PARTO SUGLI SCI – PREPARAZIONE FISICA PRE SCIISTICA

Preparazione pre sciistica a cura di: Raffaella Marzovillo Una consapevole preparazione atletica specifica per lo sci per chi ama praticarlo potrebbe essere il giusto compromesso per far incontrare la passione, la salute e il divertimento, sia per l’atleta sportivo che per il sedentario. Fornire esercizi e le raccomandazioni di allenamento specifici per lo sciatore è importante per la prevenzione degli infortuni, per ridurre la prevalenza e il costo associato agli infortuni degli sport invernali alpini [1]. La prevenzione delle lesioni è necessaria per promuovere la partecipazione sicura all’esercizio fisico. “È importante sviluppare un programma di condizionamento pre-stagionale in modo tale da

Continua a leggere

PREMIO MIGLIOR TESI A.A. 2018 | VINCE IL 1 POSTO RICCARDO TAROZZI

    La Scuola OSCE, quest’anno ha deciso di mettere in palio 3 premi per le 3 migliori tesi dell’anno accademico 2018. E’ stato valutato l’impegno, l’originalità del progetto, e i risultati ottenuti. Il PRIMO PREMIO quest’anno va  Riccardo Tarozzi, con il suo progetto di tesi dal titolo     “TRATTAMENTO OSTEOPATICO ED ESERCIZI PROPRIOCETTIVI PER PREVENIRE LE CADUTE NELL’ANZIANO “ Studio Sull’Effetto combinato di tecniche per l’armonizzazione dei diaframmi ed esercizi ad occhi chiusi per migliorare la postura e l’equilibrio nell’anziano  Di seguito l’Abstract di tesi, che ci teniamo a pubblicare per valorizzare il successo ottenuto dai nostri studenti,

Continua a leggere