Centro di osteopatia, scuola, clinica e ricerca del trattamento della colonna vertebrale
Tel. 051 095 2375

Materiale Didattico

La stimolazione del nervo vago riduce infiammazione e sintomi nell’artrite reumatoide [VIDEO]

A cura di F. Pacelli, A. Gusella, S. Colonna Le risposte infiammatorie giocano un ruolo centrale nello sviluppo e nella persistenza di molte malattie e possono portare all’instaurarsi di dolore cronico debilitante. In molti casi l’infiammazione è la risposta del corpo ad uno o più stress, motivo per cui ridurre l’ortosimpaticotonia del SNA e diminuire i markers biologici dello stress può conseguentemente portare a ridurre lo stato infiammatorio. La classe medica è solita prescrivere farmaci per combattere l’infiammazione ma ci sono in letteratura crescenti evidenze che dimostrano come un’altra possibile strada per raggiungere tale obiettivo possa essere il miglioramento del tono vagale.

Continua a leggere

Il ruolo dello stretching diaframmatico sulla flessibilità del rachide e sulla escursione della gabbia toracica: quali novità? O meglio… quali conferme?

A cura di F. Pacelli, A. Gusella, S. Colonna STRETCHING DIAFRAMMATICO IN POSIZIONE SEDUTA Lo  studio di un gruppo di ricercatori spagnoli1,uscito pochi giorni fa, ha indagato gli effetti dello stretching del diaframma sulla catena miofasciale posteriore e sull'escursione della gabbia toracica in soggetti sani. González e colleghi dopo aver classicamente suddiviso i volontari in un gruppo sperimentale (43 soggetti), che riceveva il reale trattamento da posizione seduta per la durata di 5-7 minuti [vedi immagine], e in un gruppo placebo (37 soggetti), a cui veniva somministrata una seduta di ultrasuoni sul margine costale per la durata di 7 minuti, rilevaronoContinua a leggere

Prevenzione della lesione del LCA del ginocchio

articolo a cura di: dott. Saverio Colonna In letteratura sono riportati dei dati che suggeriscono che la donna utilizza delle strategie neuromuscolari che incrementano il carico del ginocchio in valgo- adduzione, il quale rappresenta una importante componente lesionale del LCA (McLean et al. 2004; Myer et al. 2005). Una delle cause della maggiore frequenza della lesione del LCA nelle donne è attribuibile, quindi, ad un’alterata coordinazione neuromuscolare; come tale possiamo inserire, come eziopatogenesi, la lesione del LCA nelle “impairment sindrome” della Sahrmann (2002). Questa erronea coordinazione motoria può essere recuperata con uno specifico allenamento. Questo allenamento deve essere indirizzato aContinua a leggere

Fascia Cervicale

articolo a cura di:  Dott. Saverio Colonna La fascia cervicale situata nell'area della gola è crucevia  d’incontro del sistema gastrico, respiratorio, rachide cervicale e ormonale quando non è in equilibrio comunica il suo disequilibrio attraverso divesi segnali: tosse, disfonie, disfagie, faringite, laringite, equilibrio, cervicalgia, difficoltà di masticazione, senso di nodo alla gola, disturbi visivi, vertigini. L’idea di quest’articolo nasce da una paziente, la sig.ra Gianna, che seguo da diversi anni ed è stata in trattamento da me questa settimana. Il motivo della prima visita che risale a 8 anni fa, è stato delle tremende vertigini in posizione artostatica che limitavanoContinua a leggere

Il Rachide sul Piano Sagittale

Le curve fisiologiche sono benefiche per il rachide, aumentano la sua resistenza alle sollecitazioni di compressione assiale, le conferiscono una maggiore capacità di ammortizzare le pressioni e le sollecitazioni. É normale avere un certo grado di lordosi e di cifosi, non è normale ne che aumentino (iperlordosi e ipercifosi) ne che si riducano. Nei decenni scorsi si è data molta importanza ai dismorfismi del rachide nel piano frontale, ponendo le scoliosi al centro dell’attenzione, come se tutti i “mali” derivassero da queste alterazioni. Da alcuni anni stiamo assistendo ad un’inversione di tendenza. I ricercatori stanno dando sempre più importanza alleContinua a leggere
Pagina 4 di 41234

Informazioni aggiuntive...