Materiale Didattico

Instabilità di spalla: quali muscoli rinforzare?

a cura di: Saverio Colonna, Dir. Spine Center, Scuola di Osteopatia OSCE – Bologna Introduzione Prima di addentrarci in modo specifico nell’argomento è opportuno specificare cosa si intende come instabilità della gleno-omerale. L’architettura ossea dell’articolazione gleno-omerale è spesso paragonata a quella di una pallina da golf e relativo supporto (tee) (fig. 1). Questa geometria offre un vantaggio funzionale consentendo un ampio arco di movimento, ma conferisce anche un’instabilità intrinseca che può provocare una dislocazione della spalla.   Incidenza In effetti, l’incidenza dell’instabilità traumatica della spalla è stata segnalata pari all’1,7% nella popolazione comune (Boone e Arciero 2010). Di gran lunga il

Continua a leggere

Rieducazione della spalla: forse è il momento di rivedere cosa viene fatto

a cura di: Saverio Colonna, dir. Spine Center e scuola di osteopatia OSCE Dopo aver partecipato, recentemente, ad un congresso sulla traumatologia dello sport tenutosi in Technogym mi sono accorto che si commettono degli errori abbastanza gravi nella rieducazione della spalla per una non chiara visione del modello biomeccanico di questa articolazione. La spalla è stata definita un’articolazione a stabilità muscolare, a differenza dell’anca che presenta una stabilità ossea e il ginocchio legamentosa. I muscoli, quindi, insieme alle strutture capsulo legamentose rappresentano i principali sistemi di stabilizzazione di questa articolazione. Le principali instabilità della testa omerale sono antero-inferiori e, come

Continua a leggere

Terapia Manuale ed Esercizio Terapeutico nel trattamento del Neck Pain

cervicalgia

a cura di: Galvani Matteo, De Santis Letizia Definizione Il dolore al collo o cervicalgia (neck pain) è una comune e spesso disabilitante condizione muscolo scheletrica, generalmente localizzata posteriormente dalla linea nucale superiore al processo spinoso della quinta vertebra toracica, al quarto posto tra le cause di disabilità, preceduta solo da low back pain, depressione e artralgie (US Burden of Disease Collaborators. 2013). Incidenza e Prevalenza Alcuni rapporti sulla prevalenza annuale del neck pain stimano un’incidenza media del 37,2% nella popolazione generale (Fejer et al., 2006), con un numero rilevante di persone che sta vivendo l’inizio del neck pain e

Continua a leggere

Legamento Sacro Tuberoso: considerazioni anatomo-cliniche

Introduzione Per avere successo nel trattamento nelle disfunzioni delle pelvi e della colonna lombare bisogna avere una visione chiara della morfologia e funzione dei sistemi che connettono il femore, all’iliaco, al sacro e al rachide. Per diventare un clinico esperto bisogna acquisire familiarità con l'anatomia clinica, cercando di capire i misteri dell'anatomia, della funzione umana ottimale e le fonti di disfunzione. Nel corso degli anni ho imparato che ci sono alcuni incroci anatomici che si prestano in particolare modo a disfunzioni, le quali se non correttamente interpretate e trattate, evolvono in lesioni. Pur se presenti in letteratura (Radwan  et al.Continua a leggere

LE TESI DELLO SPINE CENTER | Chiara Terenziani e Tiziana Tampellini

Anche quest’anno lo Spine Center ha ospitato i ragazzi dell’Università UNIMORE per redigere le TESI SPERIMENTALI. Siamo molto orgogliosi dei ragazzi che si sono laureati con il massimo dei voti, e che sono stati quindi premiati per il loro lavoro! Nello specifico vogliamo complimentarci con Chiara e Tiziana, che con grande entusiasmo e professionalità hanno portato a termine la loro tesi sullo :   “STUDIO SPERIMENTALE SULLE RELAZIONI TRA ARTO INFERIORE E RACHIDE CERVICALE: CATENA STATICA-DINAMICA POSTERIORE E CATENA SPIRALE ANTERIORE.” Ecco il loro Abstract di Tesi OBIETTIVO Lo studio ha l’obiettivo di verificare, in primo luogo, se esiste una

Continua a leggere

Epicondilite laterale – clinica, diagnosi e trattamento

epicondilite laterale spine center

L’epicondilite laterale è una delle patologie più comuni a carico del gomito. Conosciuta anche come “gomito del tennista” per via degli studi effettuati già nel 1883 da Major su un gruppo di tennisti che presentavano un dolore molto simile a livello del gomito. È una condizione infiammatoria che potrebbe essere più accuratamente descritta come un processo degenerativo riguardante i tendini del comparto estensorio che prendono origine nella parte laterale del gomito.

Continua a leggere

PREMIO MIGLIOR TESI A.A. 2018 | VINCE IL 3 POSTO GENNJ GIROLOMINI

La Scuola OSCE, quest’anno ha deciso di mettere in palio 3 premi per le 3 migliori tesi dell’anno accademico 2018. E’ stato valutato l’impegno, l’originalità del progetto, e i risultati ottenuti. Il TERZO  PREMIO quest’anno va  a gennj Girolomini, con il suo progetto di tesi dal titolo   “Trattamento osteopatico dell’anosmia post-traumatica: effetti locali e a distanza un case report” Di seguito l’Abstract di tesi, che ci teniamo a pubblicare per valorizzare il successo ottenuto dai nostri studenti, condividendo  i risultati del progetto.   L’anosmia è una delle principali conseguenze dei traumi cranici severi e, nonostante questo, è spesso sottovalutata.

Continua a leggere

PREMIO MIGLIOR TESI A.A. 2018 | VINCE IL 2 POSTO MARTINA MATTEUCCI

  La Scuola OSCE, quest’anno ha deciso di mettere in palio 3 premi per le 3 migliori tesi dell’anno accademico 2018. E’ stato valutato l’impegno, l’originalità del progetto, e i risultati ottenuti. Il Secondo premio quest’anno va  a Martina Matteucci, con il suo progetto di tesi dal titolo MANIPOLAZIONE DEL SACRO NEL RIEQUILIBRIO DELLA POSTURA NEL NEONATO. Come la detensione del sacro influenza le catene miofasciali. Ecco L’abstract di tesi di Martina L’Osteopatia insegna che quello che siamo, deriva da tutta l’esperienza di vita. Non solo durante il primo periodo di apprendimento come l’infanzia, lo sviluppo, l’adolescenza e l’età adulta. Anche

Continua a leggere