Monthly archive for Ago 2016

OPEN DAY- MASTER FISIOTERAPIA DELLO SPORT

Attualmente, il bisogno di formazione post-diploma in fisioterapia dello sport è forte, in tutta la comunità europea, da parte delle associazioni professionali, dei singoli medici e fisioterapisti, delle Federazioni e enti sportivi. L’offerta formativa italiana sta muovendo i primi passi in ambito accademico, superando un periodo in cui non ha tenuto conto delle professioni sanitarie in ambito sportivo

Continua a leggere

Sindrome Femoro-rotulea e Catene Miofasciali

Sindrome Femoro-rotulea e Catene Miofasciali a cura di. Colonna S, Pacelli F,  Casari A, Galvani M, Gusella A Lo spunto di scrivere questo articolo sulla sindrome femore-rotulea, nasce dalle conclusioni a cui arriva un recente lavoro (Bolgla et al. 2015): “ A differenza delle femmine, i maschi con PFP (Patello Femoral Pain) non hanno dimostrato una debolezza dei muscoli dell'anca. Tuttavia, esistono, delle differenze per la forza estensoria del ginocchio. Questi dati forniscono una evidenza preliminare per il potenziale bisogno di interventi sesso-specifici per le persone con PFP”. I risultati della valutazione di 66 maschi con sindrome PFP e 36 sani,Continua a leggere

Catene Miofasciali e Postura

Catene Miofasciali e Postura Considerazioni sulla gestione dell’appoggio a prevalenza monopodico della postura ortostatica secondo la logica delle Catene Miofasciali a cura di: Galvani M, Colonna S, Pacelli F L'evoluzione della specie umana ha portato l'uomo a sollevare il viso da terra e reggersi su due piedi. La postura bipodalica, sicuramente ha apportato dei vantaggi ma ha comportato anche dei costi. Il mantenimento della la posizione eretta, definita postura ortostatica, impegna non poco il corpo. Nella postura ortostatica, termine scorretto visto che questa postura non ha niente di statico, ma per differenziarla da altre funzioni, quali la deambulazione e la corsa dove è presenteContinua a leggere

ATM: problema principale o la punta dell’iceberg?

ATM: problema principale o la punta dell’iceberg? Di John Upledger, DO, OMM La diagnosi di sindrome dell’articolazione temporo-mandibolare (ATM) ha acquisito una propria identità nel 1980, e rimane ancora oggi molto popolare. Una miriade di dispositivi meccanici sono stati collocati in bocca alla gente per alleviare i sintomi dolorosi delle disfunzioni dell’ATM. Il tasso di successo del singolare uso di tali dispositivi, tuttavia, lascia molto a desiderare. Troppo spesso il sollievo sintomatico è conseguito solo parzialmente, lasciando il trattamento dipendente dall’uso continuo dei dispositivi intraorali. In altre parole, quando lo split viene rimosso i sintomi ritornano. La mia esperienza con

Continua a leggere

Diaframma in differenti posture valutato con la RMN

Diaframma in differenti posture valutato con la RMN A cura di: Colonna S, Pacelli F, Casari A, Tarozzi R, Galvani M, Gusella A  Introduzione E’ incredibile come del muscolo diaframma, muscolo volontario più importante del nostro organismo, si conosca così poco. Abbiamo una buona conoscenza dell’anatomia, conosciamo poco della fisiologia, quindi della funzione e delle conseguenti disfunzioni, niente della terapia. Sulla funzione respiratoria del diaframma si conosce abbastanza, ma sulla funzione extra respiratoria di stabilizzatore della colonna vertebrale conosciamo poco. L’ampiezza di escursione del diaframma, misura all’apice, è di circa 27.3±10.2 mm (fig. 1) durante la respirazione corrente (tidal breathing),Continua a leggere

Diaframma, RMN e patologia vertebrale

Diaframma, RMN e patologia vertebrale a cura di: Colonna S, Pacelli F, Gusella A, Casari A, Tarozzi R, Galvani M Dal 1995 (Gierada et al.) la tecnologia di imaging è stata utilizzata per capire meglio la funzione del diaframma. L’utilizzo della risonanza magnetica nucleare (RMN), come strumento della valutazione del movimento del diaframma toracico è considerato un valido metodo, specificamente per le relazioni tra le funzioni di ventilazione e posturali (Cluzel et al. 2000; Miyamoto et al. 2002; Miyamoto et al. 2002; Takazakura et al. 2004; Chu et al 2006; Kiryu et al. 2006). Plathow et al. (2006) valutando laContinua a leggere